Change language:
Consulenze Biocidi Normachem

Il Comitato Prodotti Biocidi adotta nuovi pareri che supportano l’approvazione di quattro sostanze attive

07/07/2017

Il Comitato Prodotti Biocidi (CPB) di ECHA, durante il meeting di giugno, ha finalizzato 11 pareri che supportano l’approvazione di quattro sostanze attive da essere utilizzate in prodotti disinfettanti, preservanti e come insetticidi. Altri tre pareri verranno invece adottati successivamente mediante procedura scritta.

Le combinazioni di sostanza attiva/tipo di prodotto (PT) prossime all’approvazione sono:

• MBIT/PT 6
Il MBIT è una sostanza attiva nuova valutata per i PT 6 - Preservanti per i prodotti durante lo stoccaggio. Il CPB ha già adottato, in precedenza, il parere relativo all’uso del MBIT nei PT 13 – Preservanti per i fluidi utilizzati nella lavorazione o il taglio.
I prodotti biocidi appartenenti al PT 6 che contengono MBIT sono utilizzati a livello industriale al fine di contrastare l’azione nociva di una vasta gamma di microorganismi (batteri e funghi) che possono svilupparsi all’interno dei contenitori di stoccaggio. L’uso di tali prodotti è molto frequente nel settore delle vernici e della detergenza, due settori in cui le quantità di prodotto stoccate sono piuttosto elevate.

L’autorità competente di valutazione è la POLONIA.

• Imiprothrin/PT 18
L’Imiprothrin è una sostanza attiva esistente valutata per l’uso nei PT 18 – Insetticidi, acaricidi e prodotti destinati al controllo degli altri artropodi. Tutti i prodotti contenenti Imiprothrin sono pronti all’uso (aerosol) e per questo progettati in modo tale da consentirne l’uso in ambienti chiusi e da parte di operatori non professionali.
Tali prodotti sono infatti utilizzati direttamente su superfici domestiche o nelle cucine dei ristoranti in corrispondenza di crepe, rotture o fessure in cui potrebbe aver luogo l’infestazione o addirittura rappresentare il rifugio di molti insetti, in particolare di quelli striscianti.

L’autorità competente di valutazione è il REGNO UNITO.

Prodotti di reazione della para-formaldeide e 2-idrossi-propilammina (rapporto 3:2)/PT 2, 6, 11, 12 e 13
I prodotti di reazione tra la p-formaldeide e la 2-idrossiprpilammina (3:2) - RP 3:2 costituiscono una sostanza attiva esistente che originariamente è stata notificata come 3,3’-metilene-bis(5-metil-ossazolina) o MBO.
I prodotti ad azione biocida contenenti RP 3:2 appartengono alle seguenti tipologie di prodotto:
PT 2 - per la disinfezione delle superfici interne di recipienti e tubi in metallo presenti nei sistemi di lavorazione;
PT 6 – per la conservazione di combustibili soggetti a decadimento batterico;
PT 11 – per preservare dalla contaminazione sistemi di raffreddamento liquido chiusi;
PT 12 – per prevenire e controllare la crescita di limo sui materiali, sulle attrezzature e sulle strutture di installazioni di impianti petroliferi situati in zone di mare aperto;
PT 13 – per preservare i fluidi utilizzati nella lavorazione del metallo essendo facilmente soggetti a decadimento batterico.

L’autorità competente di valutazione è l’AUSTRIA.

Prodotti di reazione della para-formaldeide e 2-idrossi-propilammina (rapporto 1:1)/ PT 2, 6, 11 e 13
I prodotti di reazione tra la p-formaldeide e la 2-idrossiprpilammina (1:1) - RP 1:1 costituiscono una sostanza attiva esistente che originariamente è stata notificata come α,α’,α’’-trimetil-1,3,5-triazina-1,3,5(2H,4H,6H)-trietanolo o HPT.
I prodotti biocidi contenenti RP 1:1 appartengono alle stesse tipologie di prodotti descritte sopra per l’RP 3:2 e l’AUSTRIA è quindi la pertinente autorità di valutazione.

I pareri finalizzati dal CPB che supportano quindi l’approvazione di queste 4 sostanze attive saranno successivamente considerati dalla Commissione europea e dagli Stati Membri al momento di prendere la loro decisione finale circa l’approvazione di suddette sostanze attive.

I pareri sulla combinazioni Rame/PT 2, 5 e 11 saranno adottati in un secondo momento e mediante procedura scritta.

Mentre l’adozione del parere della combinazione Colecalciferolo/PT 14 è stata rinviata in quanto il CPB ha concluso che tale sostanza attiva è un candidato per la sostituzione. Ne consegue che è necessario avviare una fase di consultazione pubblica prima che il parere venga riesaminato e che possa probabilmente essere adottato durante il meeting di dicembre.

Fonte: echa.europa.eu
Condividi con:
© NORMACHEM Srl via Roma 14, 35014 - Fontaniva (Padova), Italia - Capitale Sociale 50.000 euro - REA PD 389472 - P.Iva: 04434700284 - Privacy Policy - Site Credits