Change language:
Normachem informa - Reg. REACH

Sentenza della Corte di Giustizia UE sulle sostanze SVHC contenute negli articoli

Art. 33 Reg. REACH - Articoli complessi

16/09/2015

La Corte di giustizia europea (terza sezione) ha espresso una sentenza per chiarire la modalità di calcolo dello 0,1% di SVHC nel caso di articoli complessi.

Nella sentenza del 10 settembre 2015 viene specificato che le disposizioni stabilite dall’art. 7 comma 2 del Reg. REACH devono essere interpretate nel senso che:

  • spetta al produttore determinare se una sostanza estremamente preoccupante sia presente in una concentrazione superiore allo 0,1% peso/peso in ogni articolo che produce,
e
  • spetta all’importatore di un articolo, composto a sua volta da più componenti (articolo complesso), determinare per ogni componente se tale sostanza sia presente in una concentrazione superiore allo 0,1% peso/peso.
Nella sentenza viene così chiarito che in caso di articoli complessi, la comunicazione delle informazioni (REACH –art. 33) in merito alla presenza di una o più SVHC in concentrazioni superiori allo 0,1% d’ora in poi dovrà essere effettuata considerando i singoli sub-articoli che compongono un articolo e non più sull’articolo finale che viene immesso sul mercato.
Ovviamente questa sentenza porterà anche a importanti ricadute sulle modalità di valutazione di eventuali obblighi di notifica ad ECHA delle sostanze SVHC ai sensi dell’art. 7(2) del Regolamento REACH.

Per maggiore dettagli o per qualsiasi tipo di assistenza non esitate a contattare i nostri uffici. 
Potete consultare la sentenza della Corte di Giustizia cliccando sul primo link qui sotto,
per leggere il testo della press realise ufficiale cliccate sul secondo.



Fonte: curia.europa.eu

Fonte: curia.europa.eu
Condividi con:
© NORMACHEM Srl via Roma 14, 35014 - Fontaniva (Padova), Italia - Capitale Sociale 50.000 euro - REA PD 389472 - P.Iva: 04434700284 - Privacy Policy - Site Credits