facebookiso-9001linkedinlogo_oldmarchiopinteresttwitter
Sicurezza prodotto

L’UE ha emanato un Regolamento sulla vigilanza del mercato dei prodotti soggetti alle norme armonizzate

Il nuovo Regolamento punta a garantire maggiori tutele per la sicurezza delle merci nel mercato unico

L’Europa ha emanato il Regolamento (UE) 2019/1020 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 20 giugno 2019 sulla vigilanza del mercato e sulla conformità dei prodotti, la cui bozza era stata già discussa nella nostra precedente news pubblicata in data 11 gennaio 2019. Il regolamento ha come obiettivo primario il rafforzamento del mercato unico delle merci, attraverso un miglioramento della vigilanza del mercato per la conformità dei prodotti soggetti alla normativa di armonizzazione UE. Una delle maggiori novità del Regolamento è l’introduzione della figura dell’operatore economico responsabile, che dovrà essere nominato obbligatoriamente per qualsiasi prodotto soggetto al regolamento. Il responsabile dovrà essere individuato tra le figure del fabbricante UE, dell’importatore UE, del rappresentante autorizzato dal fabbricante, del fornitore di servizi di logistica. Il responsabile avrà l’obbligo di verificare che siano state predisposte la dichiarazione di conformità UE e la documentazione tecnica, tenendole a disposizione delle Autorità, con cui dovrà cooperare nel caso un prodotto presenti un rischio o sia ritenuto non conforme. Il nome, la denominazione commerciale registrata o il marchio registrato nonché i dati di contatto, compreso l'indirizzo postale dell'operatore economico dovranno essere riportati sul prodotto o in alternativa sull’imballaggio o ancora su un documento di accompagnamento.

L’attenzione viene posta inoltre per la prima volta anche sulle vendite online: a tal proposito il regolamento richiede che le società dell'informazione siano disponibili a cooperare con le autorità di vigilanza del mercato al fine di agevolare qualsiasi azione intrapresa per eliminare o attenuare i rischi presentati da un prodotto che è, o è stato messo, in vendita online attraverso i loro servizi.

Interessanti disposizioni sono stabilite dal regolamento anche per quanto riguarda le autorità di vigilanza. È infatti richiesto che ogni Stato Membro elabori entro il 16 luglio 2022 (e a seguire almeno ogni quattro anni) una strategia nazionale di vigilanza del mercato che prenda in considerazione tutti i settori disciplinati dalla normativa di armonizzazione UE e che venga comunicata alla Commissione e agli altri Stati Membri. Nel caso si verifichi la presenza di una situazione di rischio, avranno la facoltà e l’obbligo di imporre le seguenti misure correttive:

  • il ripristino della conformità del prodotto;
  • il divieto alla messa a disposizione del prodotto sul mercato;
  • il ritiro o il richiamo immediato del prodotto e l'allerta del pubblico sul rischio esistente;
  • la distruzione o la messa fuori uso del prodotto;
  • l'apposizione sul prodotto delle opportune avvertenze sui rischi che può presentare;
  • la fissazione di condizioni preliminari alle quali il prodotto in questione può essere messo a disposizione sul mercato;
  • l'allerta immediata degli utilizzatori finali a rischio.

Il regolamento si applicherà a decorrere dal 16 luglio 2021 e vedrà gli Stati Membri incaricati di stabilire le norme relative alle sanzioni applicabili in caso di violazione (da trasmettere alla Commissione Europea entro il 16 ottobre 2021).

Invitiamo pertanto tutte le aziende coinvolte dall’applicabilità delle norme armonizzate UE a consultare il regolamento nella sua interezza, reperibile al link sotto riportato.

Fonte: Eur-Lex

Condividi su:

Come possiamo aiutarti?

Formazione

Normachem offre un ampio programma di formazione rivolto alle aziende.

Vedi tutti i corsi

Servizi

Servizi completi per valutare i rischi e massimizzare la sicurezza.

Scopri di più

Contattaci

Scrivici per avere informazioni più approfondite sui nostri servizi, corsi e convegni.

Scrivici
Top