facebookiso-9001linkedinlogo_oldmarchiopaypal-2paypalpinteresttwitter
Ambiente

Chiarimenti D. Lgs 116/2020- Criticità interpretative ed applicative

Chiarimenti alle problematiche sottoposte all’attenzione della Direzione del Ministero della Transizione Ecologica

Il 14 maggio 2021 è stata pubblicata sul portale MiTE un’importante circolare contenente i chiarimenti sulle criticità interpretative ed applicative del D. Lgs. 116/2020, in seguito alle riunioni interlocutorie con le associazioni di settore.

Si riportano di seguito gli articoli del decreto per i quali vengono forniti chiarimenti all’interno della circolare:

  • Articolo 179, comma 3: che prevede l’eccezione, in riferimento a flussi specifici, di discostarsi dall’ordine di priorità di gestione dei rifiuti;
  • Articolo 181, comma 5: che ha introdotto la possibilità di favorire il principio di prossimità per il recupero di frazioni di rifiuti urbani oggetto di raccolta differenziata, anche con ‘’strumenti economici’’;
  • Articolo 183, comma 1, lettera b-ter): che riporta la nuova definizione di ‘’rifiuti urbani’’;
  • Articolo 185: con riferimento ai residui della manutenzione del verde;
  • Articolo 185-bis, lettere b) e c): che disciplina il deposito temporaneo e in particolare i depositi allestiti dai distributori presso i locali del proprio punto vendita per i rifiuti soggetti a responsabilità estesa del produttore e presso le aree di pertinenza dei punti vendita dei prodotti per i rifiuti da costruzione e demolizione;
  • Articolo 190, commi 1 e 2: che elenca le informazioni da inserire nel registro cronologico di carico e scarico, aggiungendone di nuove, rispetto a quanto previsto dai vigenti modelli di riferimento;
  • Articolo 190, comma 3: che stabilisce le tempistiche di annotazione sul registro cronologico;
  • Articolo 190, comma 4 e comma 6: che introducono alcune semplificazioni riferite ad alcune categorie di attività;
  • Articolo 193, comma 4: che riporta le indicazioni per la trasmissione della quarta copia del formulario di identificazione dei rifiuti;
  • Articolo 193, comma 14: con riferimenti in materia di microraccolta;
  • Articolo 193, comma 18: che introduce alcune disposizioni sul deposito ed il trasporto dei rifiuti derivanti da assistenza sanitaria;
  • Articolo 193, comma 19: che disciplina i rifiuti derivanti da attività di manutenzione e piccoli interventi edili;
  • Articolo 230, comma 5: con riferimento ai rifiuti provenienti dalle attività di pulizia manutentiva delle reti fognarie;
  • Articolo 258: che individua alcune ipotesi di riduzione o esclusione delle sanzioni amministrative applicabili in materia di tracciabilità dei rifiuti.


FonteMinistero della Transizione Ecologica

Come possiamo aiutarti?

Formazione

Normachem offre un ampio programma di formazione rivolto alle aziende.

Vedi tutti i corsi

Servizi

Servizi completi per valutare i rischi e massimizzare la sicurezza.

Scopri di più

Contattaci

Scrivici per avere informazioni più approfondite sui nostri servizi, corsi e convegni.

Scrivici
Top