facebookiso-9001linkedinlogo_oldmarchiopaypal-2paypalpinteresttwitter

Approfondimento - UK REACH: vendere prodotti chimici in UK

Come si dovranno comportare le aziende europee che intendono continuare a vendere in UK?

Durante il periodo transitorio, essendo ancora pienamente in vigore nel Regno Unito il Reg. EU-REACH, aziende britanniche che acquistano da paesi EU/EEA (Unione Europea/Spazio Economico Europeo) si configurano come utilizzatori a valle e come tali nessun onere di registrazione è dovuto. Al termine del periodo transitorio la Gran Bretagna uscirà dall’EU-REACH abbracciando la propria normativa interna, il cosiddetto UK-REACH, quindi le stesse aziende britanniche che acquistavano da Paesi UE diventeranno importatori e come tali dovranno registrare secondo lo UK-REACH (per importazioni > 1 ton/anno). Ricordiamo che in questo caso la registrazione può essere effettuata in maniera ritardata se entro 300 giorni dal termine del periodo transitorio viene presentata una notifica all’HSE (per ulteriori informazioni si rimanda al nostro precedente approfondimento dedicato all'importazione dei prodotti chimici in Gran Bretagna)

Quindi, per permettere che prodotti EU-EEA possano essere immessi sul mercato britannico gli stessi devono essere registrati:

  • direttamente dall’importatore UK

oppure

  • dal fornitore EU-EEA tramite un OR sito in Gran Bretagna

Se si scegliesse la via della registrazione tramite OR (Only Representative) si citano di seguito due possibili vie di azione:

  1. prima della fine del periodo transitorio gli attori EU-EEA potrebbero trasferire la propria registrazione EU-REACH ad una azienda/OR britannico. Al termine del periodo transitorio la registrazione sarà trasferita nel sistema UK-REACH (per maggiori informazioni si rimanda al nostro approfondimento dedicato alla pratica di grandfathering) consentendo di fatto la prosecuzione del mercato fra EU-EEA e Gran Bretagna;
  2. agendo dopo il termine del periodo transitorio l‘unica possibilità è quella di registrare la sostanza tramite un OR o una società affiliata con sede in Gran Bretagna. In questo modo il cliente britannico rimarrà utilizzatore a valle. La registrazione potrà essere effettuata sfruttando le deadline ritardate in presenza di una notifica entro i primi 300 giorni dal termine del periodo transitorio.

 

AZIENDE non-EU/EEA/NI

Per aziende non-EU/EEA/NI valgono gli stessi principi espressi sopra, quindi sostanze esportate in Gran Bretagna in quantità superiore ad 1 ton/anno devono essere registrate secondo lo UK-REACH.

Se attualmente si immettono già sostanze nel mercato britannico tramite un OR o un importatore con sede in Gran Bretagna che si è occupato di registrare la sostanza ai sensi dell’EU-REACH, la situazione è abbastanza semplice in quanto la registrazione effettuata dall’attore britannico sarà riconosciuta e trasferita nel nuovo sistema UK-REACH (grandfathering).

Qualora attualmente l’esportazione in Gran Bretagna fosse stata effettuata mediante un OR o una società affiliata con sede in EU/EEA/NI ritornano le due possibilità espresse nel paragrafo precedente, quindi:

  • agire prima della fine del periodo transitorio trasferendo la registrazione ad attori britannici in modo tale che la stessa possa poi essere riconosciuta nel sistema UK-REACH al termine del periodo transitorio;

oppure

  • agire dopo la fine del periodo transitorio registrando la sostanza tramite OR o società affiliate con sede in Gran Bretagna.

 

Fonti:

 

Come possiamo aiutarti?

Formazione

Normachem offre un ampio programma di formazione rivolto alle aziende.

Vedi tutti i corsi

Servizi

Servizi completi per valutare i rischi e massimizzare la sicurezza.

Scopri di più

Contattaci

Scrivici per avere informazioni più approfondite sui nostri servizi, corsi e convegni.

Scrivici
Top