add-cartarea-1area-2area-3area-4area-5arrow-pointing-rightarrow-rightfacebookicon-calendar-2icon-calendaricon-clockicon-labelsicon-markericon-pcicon-pc_oldicon-puzzleiso-9001linkedinlogo_oldmarchiopaypal-2paypalpinterestsearchtwitter
Sicurezza prodotto

Allerta ftalati

EFSA ha ricevuto dalla Commissione Europea l’incarico di rivalutare gli ftalati e i loro omologhi destinati al contatto con gli alimenti

In accordo con l’Articolo 29 del Regolamento 178/2002, EFSA ha ricevuto dalla Commissione Europea un mandato con richiesta per la rivalutazione degli ftalati e delle sostanze strutturalmente simili che possono essere utilizzate come plasticizzanti nei materiali a contatto con gli alimenti (MOCA).

Le autorità Nazionali, gli istituti di ricerca, gli operatori economici e altri stakeholders sono invitati a condividere i dati raccolti in merito alla migrazione di queste specie dai materiali e oggetti a contatto con gli alimenti.

I dati verranno raccolti in una lista disponibile qui.

Alcuni esempi di sostanze d’interesse al fine della compilazione di tale lista sono:

  • Ftalati;
  • Tereftalati;
  • Citrati;
  • Benzoati.

La procedura per poter partecipare alla raccolta dati viene indicata qui.

Alcuni ftalati come:

  • Dibutil ftalato
  • Benzil butil ftalato
  • Bis(2-etilesile)ftalato

Sono già presenti in lista positiva del Regolamento 10/2011 con limite di migrazione specifica; altri ftalati, noti interferenti endocrini, sono inseriti nella Lista di Sostanze Candidate come SVHC di elevata rilevanza. L’utilizzo di DEHP, DBP, BBP e DIBP è ristretto come da Allegato XVII del Regolamento REACH, per il quale queste sostanze non possono essere utilizzate ad esempio nei giocattoli o negli articoli di puericultura, ma non solo, tali ftalati sono limitati anche dalla Direttiva RoHS  65/2011 per il loro utilizzo nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche con limitazioni del loro contenuto. Non è solo l’Europa a interessarsi di tali sostanze il Giappone ha vietato l’uso di tali sostanze nei giocattoli e nei guanti destinati al contatto con gli alimenti, l’America e Australi hanno limitato l’uso di alcuni di questi nei giocattoli, mentre la Cina ha apposto delle specifiche restrizioni per gli ftalati a diretto contatto con gli alimenti ed utilizzati nei componenti per dialisi e nei giocattoli per bambini.

La richiesta di valutare nuovamente tali sostanze non è pertanto un fulmine a ciel sereno nel mondo regolatorio, il pericolo che tali sostanze rappresentano per la salute umana è elevato; pertanto, è richiesta una particolare attenzione nel loro utilizzo.


Fonte: EFSA, NCBI

Come possiamo aiutarti?

Formazione

Normachem offre un ampio programma di formazione rivolto alle aziende.

Vedi tutti i corsi

Servizi

Servizi completi per valutare i rischi e massimizzare la sicurezza.

Scopri di più

Contattaci

Scrivici per avere informazioni più approfondite sui nostri servizi, corsi e convegni.

Scrivici
Top