facebookiso-9001linkedinmarchiopinteresttwitter
Sicurezza prodotto

Possibile aggiornamento normativa FCM relativa a ceramica e vetro

La Commissione Europea propone di abbassare i limiti dei metalli pesanti su ceramica, vetro, materiali smaltati e stoviglie

Il 29 Maggio 2019 la Commissione Europea ha avviato le consultazione pubbliche in merito alla possibilità di abbassare i limiti dei metalli pesanti su ceramica, vetro, materiali smaltati e stoviglie utilizzati per il contatto alimentare (FCM).

Inoltre, sempre la Commissione ha notato che molti materiali ceramici e vetrosi, utilizzati per gli oggetti da cucina, circolano ampiamente nel mercato europeo e spesso risultano importati da paesi extra europei. La produzioni di tali materiali comporta l’utilizzo di specifici ossidi di metallo a base di bario, cadmio, alluminio e piombo che vengono aggiunti per ottenere le proprietà desiderate e per le quali le alternative sono limitate dal punto di vista tecnico.

Per quanto riguarda i materiali a contatto con alimenti, dal 1984 la direttiva 84/500/CEE stabilisce i limiti per il trasferimento di piombo e cadmio dalla ceramica al fine di proteggere la salute umana, ma che per ora non si applica ai materiali vetrosi. Tuttavia, nel 2009 e nel 2010 l'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) ha pubblicato nuovi pareri scientifici sugli effetti sulla salute umana di piombo e cadmio. L'EFSA ha concluso che l'esposizione al piombo può causare effetti negativi sulla salute a qualsiasi dose e riduce significativamente ciò che può essere considerato un livello accettabile di assunzione di cadmio. Gli effetti sulla salute osservati in merito all’esposizione al piombo comprendono neurotossicità dello sviluppo (basso quoziente di intelligenza) nello sviluppo di bambini, per i quali non esiste un livello di esposizione sicuro, nonché effetti cardiovascolari e neurotossicità negli adulti. Il cadmio esercita effetti tossici dopo esposizione a lungo termine a reni e ossa. L'EFSA ha concluso che l'esposizione al piombo e al cadmio dovrebbe essere significativamente ridotta e ha osservato che l'esposizione alimentare è la principale fonte di esposizione a questi metalli pesanti.

Alla luce delle nuove prove scientifiche fornite dall'EFSA, alcuni Stati membri hanno rilevato che i limiti di migrazione esistenti per il piombo e il cadmio nella direttiva non fornirebbero una protezione sufficiente per i consumatori. Pertanto, hanno chiesto alla Commissione di abbassarli a livelli di sicurezza alla luce anche delle nuove prove scientifiche. L'industria del vetro e dello smalto ha inoltre sottolineato la necessità di stabilire una legislazione simile per questi materiali, in quanto i loro prodotti sarebbero in pratica già regolamentati in base ai limiti stabiliti dalla Direttiva 84/500/CEE.

La consultazione pubblica serve alla Commissione Europea per raccogliere le opinioni in merito all’abbassamento dei limiti di migrazione per cadmio e piombo. La consultazione è aperta a tutti, dagli operatori economici ai consumatori, in modo tale da avere più opinioni possibili. In base ai dati forniti e alle opinioni raccolte, si potrebbero aprire due scenari:

  • la commissione non procede ad abbassare tali limiti in quanto la misura attuale, con gli attuali limiti previsti per piombo e cadmio, continuerà ad applicarsi alla ceramica. Nessun limite UE si applicherà al materiale vetroso e non sarà fissato alcun limite UE per altri metalli pesanti;
  • oppure si procederà a stabilire appropriati limiti di migrazione per il piombo, il cadmio e possibilmente altri metalli pesanti, nei materiali a contatto con alimenti ceramici e vetrosi. Laddove non sia possibile stabilire limiti di migrazione protettivi, si prenderà in considerazione anche la possibilità di divieti su determinati metalli per determinati usi.

La Commissione europea inviata a partecipare alla consultazione pubblica in modo da raccogliere il più ampio numero possibile di pareri. La consultazione durerà fino al 26 Giugno 2019.

Normachem ricorda che il vetro è attualmente già regolamentato a livello nazionale dal D.M. 21/03/1973 s.m.i.. Nel caso in cui, dopo la consultazione pubblica, l’Europa decidesse di pubblicare un nuovo regolamento che riguarda i materiali vetrosi, si avrebbe una normativa europea armonizzata per questo materiale molto comune e ampiamente utilizzato nell’ambito FCM.

Fonte: Commissione Europea

Come possiamo aiutarti?

Formazione

Normachem offre un ampio programma di formazione rivolto alle aziende.

Vedi tutti i corsi

Servizi

Servizi completi per valutare i rischi e massimizzare la sicurezza.

Scopri di più

Contattaci

Scrivici per avere informazioni più approfondite sui nostri servizi, corsi e convegni.

Scrivici
Top