facebookiso-9001linkedinlogo_oldmarchiopinteresttwitter
Sicurezza prodotto

Rilasciate autorizzazioni all’uso per alcuni composti del cromo esavalente

Un breve riepilogo delle autorizzazioni rilasciate.

Riportiamo di seguito alcune autorizzazioni all'uso rilasiate per alcuni comporti del cromo esavalente.

 

Con decisione C(2019)7439 del 22 ottobre 2019, il dicromato di sodio (N. CE: 234-190-3; N. CAS: 10588-01-9, 7789-12-0) è stato autorizzato per il seguente uso: “Trattamento superficiale di metalli (quali alluminio, acciaio, zinco, magnesio, titanio, leghe), materiali compositi e sigillanti per rivestimenti anodici nella produzione di trasmissioni per elicotteri e nella manutenzione di elicotteri.”

Di seguito l'azienda autorizzata ed il numero di autorizzazione correlato

  • ZF Luftfahrttechnik GmbH
    REACH/19/28/0

La data di scadenza del periodo di revisione dell'autorizzazione è stata fissata al 21 settembre 2024.

L’autorizzazione è stata rilasciata a norma dell’articolo 60, paragrafo 4, del regolamento (CE) n. 1907/2006: "i vantaggi socioeconomici prevalgono sui rischi che l’uso della sostanza comporta per la salute umana e non esistono sostanze o tecnologie alternative idonee”.

Fonte: Eur-Lex

 

Con decisione C(2019)7441 del 22 ottobre 2019, il triossido di cromo (N. CE 215-607-8; N. CAS: 1333-82-0) è stato autorizzato per i seguenti usi:

  1. Uso come tempra superficiale (cromatura funzionale) nella produzione di trasmissioni per elicotteri e nella manutenzione di elicotteri
  2. Trattamento superficiale (come inibitore di corrosione, indipendente dalla cromatura funzionale) nella produzione di trasmissioni per elicotteri e nella manutenzione di elicotteri

Di seguito le aziende autorizzate ed i numeri di autorizzazione correlati:

  • ZF Luftfahrttechnik GmbH
    REACH/19/27/0
    REACH/19/27/1

La data di scadenza del periodo di revisione dell’autorizzazione è stata fissata al 21 settembre 2024.

L’autorizzazione è stata rilasciata a norma dell’articolo 60, paragrafo 4, del regolamento (CE) n. 1907/2006: “i vantaggi socioeconomici prevalgono sui rischi che l’uso della sostanza comporta per la salute umana e non esistono sostanze o tecnologie alternative idonee”.

Fonte: Eur-Lex

 

Con decisione C(2019) 7447 del 22 ottobre 2019, il cromato di sodio (N. CE: 231-889-5; n. CAS: 7775-11-3) è stato autorizzato per i seguenti usi:

  1. “Formulazione di miscele per le applicazioni, nel settore aerospaziale, della sigillatura dopo anodizzazione, dei rivestimenti di conversione chimica, del decapaggio e dell'incisione”.
  2. “Applicazioni, nel settore aerospaziale, della sigillatura dopo anodizzazione, dei rivestimenti di conversione chimica, del decapaggio e dell'incisione, nelle quali una delle seguenti funzionalità o proprietà fondamentali è necessaria per l'uso previsto: per il processo di decapaggio/incisione - tasso d'incisione, attacco intergranulare/vaiolatura della fibratura di testa, contaminazione superficiale, prova di fatica, prova di trazione, scabrezza di superficie, impatto sullo strato di compressione prodotto mediante pallinatura; per il processo di rivestimento di conversione chimica e di sigillatura dopo anodizzazione - resistenza alla corrosione, inibizione della corrosione attiva, miglioramento dell'aderenza, resistenza chimica, spessore dello strato, proprietà elettriche”.

Di seguito le aziende autorizzate ed i numeri di autorizzazione correlati:

  • Aviall Services Inc.
    REACH/19/32/0
  • Aviall Services Inc
    REACH/19/32/2
  • Wesco Aircraft EMEA Limited
    REACH/19/32/1
  • Wesco Aircraft EMEA Limited
    REACH/19/32/3

La data di scadenza del periodo di revisione dell’autorizzazione è stata fissata al 21 settembre 2024.

L’autorizzazione è stata rilasciata a norma dell’articolo 60, paragrafo 4, del regolamento (CE) n. 1907/2006: “i vantaggi socioeconomici prevalgono sui rischi che gli usi della sostanza comportano per la salute umana e non esistono sostanze o tecnologie alternative idonee.”

Fonte: Eur-Lex

 

Con decisione C(2019)7448 del 22 ottobre 2019, il triossido di cromo (N. CE 215-607-8; N. CAS: 1333-82-0) è stato autorizzato per il seguente uso: “Applicazioni, nel settore aerospaziale, dei rivestimenti di conversione chimica e dei rivestimenti in sospensione nelle quali una delle seguenti funzionalità o proprietà fondamentali è necessaria per l’uso previsto: resistenza alla corrosione, inibizione della corrosione attiva, miglioramento dell’aderenza e riproducibilità (per i rivestimenti di conversione chimica), protezione dalla corrosione, resilienza al calore, resistenza alla corrosione ad alta temperatura, resistenza all’umidità e all’acqua calda, resistenza agli sbalzi termici, aderenza e flessibilità (per i rivestimenti in sospensione)”.

Di seguito le aziende autorizzate ed i numeri di autorizzazione correlati:

  • Wesco Aircraft EMEA Limited
    REACH/19/29/0

La data di scadenza del periodo di revisione dell’autorizzazione è stata fissata al 21 settembre 2024.

L’autorizzazione è stata rilasciata a norma dell’articolo 60, paragrafo 4, del regolamento (CE) n. 1907/2006: “i vantaggi socioeconomici prevalgono sui rischi che gli usi della sostanza comportano per la salute umana e non esistono sostanze o tecnologie alternative idonee”.

Fonte: Eur-Lex

Come possiamo aiutarti?

Formazione

Normachem offre un ampio programma di formazione rivolto alle aziende.

Vedi tutti i corsi

Servizi

Servizi completi per valutare i rischi e massimizzare la sicurezza.

Scopri di più

Contattaci

Scrivici per avere informazioni più approfondite sui nostri servizi, corsi e convegni.

Scrivici
Top