facebookiso-9001linkedinlogo_oldmarchiopaypal-2paypalpinteresttwitter
Sicurezza prodotto

Verso l’entrata in vigore della Restrizione n.71 per la sostanza NMP

Ricordiamo l'inserimento della restrizione relativa alla commercializzazione e all'utilizzo di 1-metil-2-pirrolidone (NMP)

Nell’Aprile 2018, mediante il Reg. (UE) 2018/588, è stato modificato l’Allegato XVII del Reg. REACH con l’inserimento di una nuova restrizione relativa alla commercializzazione e all’utilizzo di 1-metil-2-pirrolidone (NMP) - N. CAS 872-50-4 N. CE 212-828-1.

La restrizione recita:

"1. Non deve essere immesso sul mercato come sostanza in quanto tale oppure come componente di miscele in una concentrazione pari o superiore allo 0,3 % successivamente al 9 maggio 2020 tranne nel caso in cui i fabbricanti, gli importatori e gli utilizzatori a valle abbiano inserito nelle relazioni sulla sicurezza chimica e nelle schede di dati di sicurezza i livelli derivati senza effetto (DNEL) relativi all'esposizione dei lavoratori pari a 14,4 mg/m3 per l'esposizione per inalazione e 4,8 mg/kg/giorno per l'esposizione cutanea.
2. Non deve essere prodotto o utilizzato come sostanza in quanto tale oppure come componente di miscele in una concentrazione pari o superiore allo 0,3 % successivamente al 9 maggio 2020 tranne nel caso in cui i fabbricanti e gli utilizzatori a valle adottino misure di gestione dei rischi appropriate e prevedano condizioni operative adeguate per garantire che l'esposizione dei lavoratori sia inferiore ai DNEL specificati al punto 1.
3. In deroga ai punti 1 e 2, gli obblighi ivi stabiliti si applicano a decorrere dal 9 maggio 2024 per quanto riguarda l'immissione sul mercato a fini di impiego, o l'impiego, come solvente o reagente nel processo di rivestimento di fili."

Come si nota l’entrata in vigore è fissata per il 09/05/2020 (tranne per le aziende che lo impiegano nel processo di rivestimento di fili). Entro tale data dovranno essere messi in atto i seguenti adempimenti in riferimento alla commercializzazione e all’utilizzo della sostanza in quanto tale o in quanto componente di miscele in concentrazione superiore allo 0.3%:

Punto
restrizione
Soggetti
interessati
Adempimento
1 Fabbricanti e importatori Aggiornare il proprio CSR utilizzando i DNEL inalatori e cutanei riportati in restrizione. Dall’aggiornamento del CSR può essere necessario aggiornare gli scenari espositivi allegati alla scheda di sicurezza
1 Fabbricanti, importatori e utilizzatori a valle Aggiornare la scheda di sicurezza della sostanza o della miscela contenente NMP in concentrazione >0.3 % indicando i DNEL riportati nel testo della restrizione
1 Fabbricanti, importatori e utilizzatori a valle Se non effettuati i punti superiori (rif. p.to 1 della restrizione) prevedere l’interruzione della commercializzazione al 09/05/2020
2 Utilizzatori a valle Verificare il proprio uso rispetto a quanto riportato nello scenario espositivo allegato alla scheda di sicurezza della sostanza o della miscela
2 Fabbricanti, importatori e utilizzatori a valle In caso di utilizzo di NMP in quanto sostanza o come componente di miscela in concentrazione > 0.3% l’utilizzatore deve effettuare il monitoraggio volto alla verifica del rispetto dei DNEL inalatori e cutanei riportati in restrizione
2 Fabbricanti, importatori e utilizzatori a valle A seguito del monitoraggio, qualora fosse rilevata una esposizione superiore ai DNEL devono essere messe in atto misure di gestione al fine di riportare i valori a livelli accettabili
2 Fabbricanti, importatori e utilizzatori a valle Qualora non effettuati i punti sopra riportati (rif. p,to 2 della restrizione) provvedere all’interruzione dell’uso al 09/05/2020

In conclusione, il rispetto della restrizione è garantito dall’implementazione di misure di gestione del rischio adeguate (come quelle riportate nello scenario espositivo), oltre che dalla misurazione diretta del NMP a cui sono esposti i lavoratori. Quest’ultimo passaggio può coincidere con la valutazione dell’esposizione dei lavoratori agli agenti chimici come previsto dal titolo IX del D.Lgs.81/08; tuttavia ciò deve essere effettuato con grande attenzione. È possibile infatti utilizzare le misurazioni effettuate contestualmente al rischio chimico ma va ricordato che:

  • Il rispetto del DNEL richiesto dalla restrizione riguarda anche l’esposizione cutanea per cui i dati di monitoraggio sono generalmente limitati e poco frequenti;
  • L’Allegato XXXVIII del D.Lgs.81/08 riporta per la sostanza NMP un valore limite inalatorio (VLEP) di 40 mg/m3 ponderato sulle 8h lavorative e di 80 mg/m3 per esposizioni brevi, mentre il DNEL inalatorio è di 14,4 mg/m3. Ciò significa che una valutazione accettabile per il D.Lgs.81/08 non è sufficiente a garantire il rispetto della restrizione.
  • Il piano di campionamento dovrà essere conforme alle specifiche norme per la valutazione dell’esposizione professionale (UNI EN 689:2019) e le Guide alle prescrizioni in materia di informazione e alla valutazione della sicurezza chimica.

Ricordiamo che ECHA ha pubblicato una guida ad hoc per aiutare gli utilizzatori a valle a verificare e garantire la propria conformità alla restrizione “How to comply with REACH Restriction 71, guideline for users of NMP (1-methyl2-pyrrolidone)“.

Considerando che mancano poco più di tre mesi all’entrata in vigore, consigliamo chi non lo avesse già fatto di procedere con i monitoraggi e gli altri adempimenti previsti dalla restrizione.

Fonti:

 

Come possiamo aiutarti?

Formazione

Normachem offre un ampio programma di formazione rivolto alle aziende.

Vedi tutti i corsi

Servizi

Servizi completi per valutare i rischi e massimizzare la sicurezza.

Scopri di più

Contattaci

Scrivici per avere informazioni più approfondite sui nostri servizi, corsi e convegni.

Scrivici
Top