facebookiso-9001linkedinlogo_oldmarchiopaypal-2paypalpinteresttwitter
Emergenza COVID-19

Decreto Rilancio: la gestione dei DPI, Rifiuti e la Sorveglianza Sanitaria

Conferme e modifiche introdotte dalla conversione in legge del decreto di sostegno all'economia post COVID-19

A seguito della pubblicazione del c.d. decreto rilancio, abbiamo redatto questa news che raccoglie le principali informazioni per le aziende riguardo la gestione dei Dispositivi di Protezione Individuale, la Sorveglianza Sanitaria e le Misure di sostegno alle imprese e, infine, la gestione dei rifiuti.

 

I Dispositivi di Protezione Individuale: cosa cambia?

L’articolo 66 conferma sostanzialmente le modifiche già apportate al comma 1 dell’art. 16 del DL 17 marzo 2020 n. 18, che estendevano l’obbligo di fornitura ed utilizzo delle mascherine chirurgiche in luogo dei DPI propriamente detti ai lavoratori domestici e ai volontari.

Una sorpresa inattesa invece l’introduzione, ad opera dell’art. 66 bis, di disposizioni in materia di semplificazione dei procedimenti per l'importazione e la validazione di mascherine chirurgiche e dispositivi di protezione individuale.

Il disposto dell’art. 66 bis trasferisce infatti alle Regioni le competenze in materia di validazione di mascherine chirurgiche e DPI. I provvedimenti finora adottati da Inail e ISS  restano validi perlomeno fino alla fine dell’emergenza (ora 31 dicembre 2020).

Non è chiaro se il trasferimento di competenze, da realizzarsi entro i primi di agosto con la definizione della nuova procedura di validazione in deroga, sia o meno totale. Infatti sembra che l’iter regionale non sia obbligatorio per il richiedente, che può rinunciarvi e quindi continuare a seguire gli iter di validazione nazionali.

 

La sorveglianza sanitaria e le misure di sostegno alle imprese

Nessuna sorpresa invece sulle le misure di sorveglianza sanitaria. Resta confermato l’obbligo del datore di lavoro di garantire, per lo svolgimento in sicurezza delle attività produttive e commerciali, la sorveglianza sanitaria eccezionale dei lavoratori maggiormente esposti a rischio di contagio. Le imprese non soggette all’obbligo di nomina del medico competente possono rivolgersi ai servizi territoriali dell’INAIL.

Confermate altresì le agevolazioni per l’adozione di misure anticontagio che comportino l’acquisto di:

  1. apparecchiature e attrezzature per l’isolamento o il distanziamento dei lavoratori, compresi i relativi costi di installazione;
  2. dispositivi elettronici e sensoristica per il distanziamento dei lavoratori;
  3. apparecchiature per l’isolamento o il distanziamento dei lavoratori rispetto agli utenti esterni e rispetto agli addetti di aziende terze fornitrici di beni e servizi;
  4. dispositivi per la sanificazione dei luoghi di lavoro;
  5. sistemi e strumentazione per il controllo degli accessi nei luoghi di lavoro utili a rilevare gli indicatori di un possibile stato di contagio;
  6. dispositivi ed altri strumenti di protezione individuale.

INAIL dovrebbe anticipare a settembre 2020 la pubblicazione del bando annuale ISI per il finanziamento di questi progetti di investimento.

 

Le misure in materia ambientale e per la gestione dei rifiuti

Abrogato l’articolo 113 bis introdotto dal DL 17 marzo 2020 n. 18, che prorogava e sospendeva alcuni termini per adempimenti in materia ambientale, come ad esempio il deposito temporaneo di rifiuti, che torna ad essere gestito secondo i criteri e le tempistiche originari.

Il nuovo art. 229 bis invece prevede la futura emanazione (31/12/2020), da parte del Ministero dell’Ambiente di linee guida per individuare specifiche modalità per la gestione dei rifiuti di mascherine e guanti monouso durante il periodo dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

 

Fonte: Interna Normachem

Come possiamo aiutarti?

Formazione

Normachem offre un ampio programma di formazione rivolto alle aziende.

Vedi tutti i corsi

Servizi

Servizi completi per valutare i rischi e massimizzare la sicurezza.

Scopri di più

Contattaci

Scrivici per avere informazioni più approfondite sui nostri servizi, corsi e convegni.

Scrivici
Top